Login Clienti

La nuova era del Marketing

Durante un meeting di IBM Italia, tenutosi il 26 ottobre scorso nell’Aula Magna dell’Università Bocconi a Milano, è stato condiviso l’atteggiamento e le azioni di IBM per precorrere i tempi e rimanere leader nel mercato nei suoi 100 anni di storia. Si è discusso sulle strategie più opportune per ottimizzare il ritorno degli investimenti marketing e sulle sfide che aziende e direttori marketing devono e dovranno superare: come è possibile rispondere alle aspettative di clienti sempre più informati ed evoluti, qual è il ruolo del marketing per la costruzione dell’identità aziendale, quali sono i principali indicatori che guideranno le azioni del Direttore Marketing nei prossimi 5 anni? Il futuro del marketing e della comunicazione è caratterizzato da valori fondamentali come semplicità, chiarezza, coerenza, affidabilità e lealtà. Le “comunicazioni pirotecniche”, ossia, molto abbellite non bastano più, se non sono supportate da una reale efficienza e qualità del prodotto/servizio offerto e avranno via via sempre meno possibilità di successo nel mercato. Inoltre sarà sempre più difficile riuscire ad attivare azioni commerciali alla “mordi e fuggi” perché il fruitore finale è sempre più attento anche al servizio after sales e ricerca informazioni sempre più approfondite, soprattutto all’interno di forum di discussione e social media dove vengono costantemente messi a confronto pareri, opinioni ed esperienze personali avute in merito. I nuovi punti di riferimento per il marketing si stanno spostando da campioni per classi sociali ai social network dove oggi vengono meglio rappresentate le caratteristiche umane e le preferenze individuali del singolo. web-marketing Le aziende dovranno investire e lavorare affinché non solo il percepito, ma anche l’esperienza del cliente risulti positiva, vantaggiosa ed economica in modo tale da generare la condivisione all’interno della propria “community virtuale”. La figura del Responsabile Marketing si sta pian piano evolvendo ed affermando all’interno dell’organigramma aziendale, e diventa sempre più una figura “jolly” in grado di comprendere le richieste del mercato e dell’azienda stessa, di elaborare un progetto che possa armonizzare le esigenze di entrambi e sia efficace in termini di ritorno sul mercato (ROI), di ottimizzare i processi di comunicazione rivolti sia al pubblico che all’interno dei vari comparti aziendali, fra le altre competenze… Tutto questo comporta una preparazione ben più ampia per poter svolgere in pieno questa professione. Immaginiamo che per molte aziende risulti strategico accaparrarsi i consensi di una nuova figura che è già una realtà riconosciuta, e che tacitamente possa fungere da referente marketing, è l’opinion leader all’interno di forum, blog e social network.

Leave a Reply

  • Facebook
  • Google+
  • LinkedIn
  • FriendFeed
  • Tumblr
  • Digg
  • Flickr
  • YouTube
  • Pinterest